29 November 2022

Monografia Thailandia

Monografia “Thailandia. Il Paradiso esiste” realizzata dal giornale Travel Quotidiano. I protagonisti: ente nazionale per il turismo thailandese, il tour operator Viaggi dell’Elefante e la compagnia aerea Thai Airways.

La Thailandia riceve ogni anno più visitatori di ogni altro Paese dell’Asia sud-orientale. La sua popolarità tra i viaggiatori di tutto il mondo, e sempre più tra gli italiani, è dovuta ad una combinazione di fattori importanti come la bellezza delle sue spiagge, la natura incontaminata, le testimonianze archeologiche e artistiche di antiche civiltá, la cultura del sorriso e dell’ospitalità che caratterizza il popolo thailandese, una cucina tra le migliori d’oriente, un sistema di trasporti efficiente e, non ultimo, il costo contenuto del viaggio rispetto ad altre mete lontane. Dalle spiagge bianche di Phuket e Koh Samui ai templi buddisti di Chiang Mai e Lampang, dai sontuosi parchi nazionali ai suggestivi siti archeologici, dalle culture più tradizionali sino al fascino di Bangkok, metropoli in continua trasformazione, un viaggio in Thailandia offre molte possibilità di scoperta e divertimento, anche per il viaggiatore indipendente.

Il viaggio proposto in Thailandia dalla Monografia parte dunque dal nord del Paese con la capitale della zona è Chiang Mai, la seconda città Lampang e le antiche Chiang Rai  e Sukhothai.  Ci si dirige poi verso la Thailandia centrale, il vero cuore pulsante del Paese. Oltre a città come Ayutthaya  o alle località balneari come Pattaya e Hua Hin, un approfondimento a parte va riservato alla capitale Bangkok. Il sud del Paese è poi costituito dallo stretto ponte di terra dell’istmo di Kra che si allarga poi a formare la penisola malese. In questa sottile striscia di terra che si affaccia sul golfo del Siam e sul mar delle Andamane il clima è di tipo tropicale, caratterizzato dalla presenza dei monsoni. Isole con spiagge bianchissime e attrezzature turistiche spettacolari e all’avanguardia, sono una delle principali
fonti di ricchezza del paese degli uomini liberi.

Alcuni nomi sono ormai entrati nell’immaginario collettivo, come Phuket, Phi Phi Island, Koh Samui, Koh Lanta e molte altre. È in questa parte del Paese che si può affermare che in Thailandia il paradiso esiste. Si può certamente dire che la provincia di Krabi è una delle più belle del Regno. La vicina baia di Phangnga, con le sue torri di pietra calcarea, è il set ideale per numerosi film….

La Monografia propone inoltre un approfondimento sulla storia, la flotta e i vantaggi di volare con la compagnia aerea Thai Airways e gli itinerari di viaggio offerti tra natura e cultura dal tour operator Viaggi dell’Elefante.

 

 


Scarica il PDF
Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434901 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Con il rebranding da parte di Phuket Boat Lagoon Co dell'attuale Boat Lagoon Resort di Phuket, Nh Hotels farà il suo ingresso in Thailandia, e in Asia, nel primo trimestre 2023. La firma ufficiale è stata presieduta da William Heinecke, fondatore e presidente di Minor International, società proprietaria di Minor Hotels. L'Nh Boat Lagoon Phuket Resort si trova sulla costa orientale dell’isola più famosa della Thailandia, nel cuore della nota laguna omonima: il primo porto turistico full-service di Phuket. La struttura conta 271 chiavi, tra camere e appartamenti. In più, l’hotel offrirà un ristorante aperto tutto il giorno, un bar caffetteria nella hall, una piscina con bar, una palestra, un campo da tennis e un miniclub per bambini. Il resort si rivolgerà anche al mercato mice, proponendo ampi spazi per meeting ed eventi, tra cui una tensostruttura di mille metri quadrati per grandi eventi, un business centre e un ampio parcheggio. Da ricordare anche il complesso del porto turistico Boat Lagoon, che include una serie di negozi e facilities, oltre a ristoranti e luoghi di intrattenimento, tra cui una pista di pattinaggio. Un'ulteriore attrattiva è rappresentata dallo stesso porto turistico full-service, in grado di ospitare oltre 300 imbarcazioni fornendo assistenza e manutenzione in loco. [post_title] => Nh Hotels sbarca in Asia con la sua prima struttura a Phuket [post_date] => 2022-11-28T10:54:55+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669632895000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434896 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Riuniti in crociera da Going, in navigazione da Venezia verso Croazia e Slovenia, gli agenti di viaggio hanno potuto conoscere direttamente dalle voci dei direttori e dei responsabili degli enti del turismo coinvolti le novità e i temi che caratterizzeranno la promozione nelle prossime stagioni turistiche. Si è svolto recentemente sulla Msc Sinfonia il primo appuntamento con la Going Academy, per un programma articolato che vedrà nell’arco dell’anno una serie di incontri ulteriori. «L’Academy è un prezioso contenitore di formazione che di volta in volta declineremo con educational a destinazione, oppure roadshow nelle regioni italiane – spiega il chief commercial & operations officer, Maurizio Casabianca -: attualmente lavoriamo al calendario del 2023, che ha già in programma fam trip legati a campagne di vendita». Nella fattispecie, Going sta sviluppando un programma con Turkish Airlines sulla destinazione Turchia. Parallelamente, la piattaforma b2b Going4You si arricchirà di contenuti che le agenzie di viaggio possono riascoltare e scaricare in fari formati: video, testi e immagini, nonché webinar educativi sul prodotto. Gli enti del turismo che hanno partecipato all’Academy sulla Sinfonia sono stati l’Egitto, la Giordania, Israele, le Seychelles e la Thailandia, mentre la Croazia ha supportato il team di prodotto di Going nelle attività di familiarizzazione. Così come la presenza delle dmc è valsa all’approfondimento sulla Turchia e al lancio del Marocco per il 2023. Invece, tra i player dell’hospitality si contavano Constance Hotels e Bahia Principe Resorts, senza dimenticare Msc Crociere, con cui il tour operator realizza la programmazione Going4Cruise, ovvero gli itinerari pre e post crociera nelle mete della compagnia. Infine, Ita Airways ed Europe Assistance si sono concentrate sui nuovi programmi per le agenzie di viaggio e sulle garanzie offerte dalle polizze assicurative. La prima Going Academy ha infine annunciato anche le prossime nuove destinazioni del tour operator: Sud Africa, Kenya, Tanzania, Uzbekistan insieme al già citato Marocco. [post_title] => Si è svolto a bordo della Msc Sinfonia il primo appuntamento con la Going Academy [post_date] => 2022-11-28T09:55:32+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669629332000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434785 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Chiude a 830 milioni di euro l'anno del comparto tour operating di Alpitour World: la metà del fatturato complessivo di 1,6 miliardi del gruppo. «Non siamo ancora ai livelli del 2019 - racconta il general manager tour operating della compagnia, Pier Ezhaya, a margine della presentazione del nuovo logo -. Ma già dall'anno prossimo prevediamo di tornare sugli 1,35 miliardi di tre anni fa!. Molto bene stanno andando soprattutto le Maldive, l'Egitto e la Repubblica Dominicana. «Quest'ultima destinazione - prosegue Ezhaya - pare aver preso un po' il posto di Messico e Cuba come star dell'area caraibica. Buone poi le performance dell'Africa Orientale, soprattutto di Kenya e Zanzibar». «Per il 2023 ci aspettiamo quindi una ripresa del Messico e soprattutto una crescita su Mauritius, dove per la prima volta nella nostra storia posizioneremo un volo Neos, a partire dal prossimo 20 dicembre. Ci aspettiamo inoltre un Egitto ancora tonico e una Tunisia in recupero. La meta maghrebina potrebbe in particolare guadagnare quote di mercato a scapito di altre destinazioni mediterranee tradizionalmente più care come la Spagna e la Grecia, che potrebbero risentire della crescita dell'inflazione e della conseguente perdita di potere d'acquisto dei viaggiatori. Sul lungo raggio, infine, continuano a esercitare un grande appeal gli Stati Uniti, nonostante il cambio euro-dollaro sfavorevole. Ci attendiamo poi la ripartenza forte di Giappone e Thailandia e una sostanziale conferma dell'Indonesia". Reset della domanda A faticare un po' sono invece le mete nuove. Quelle destinazioni lanciate nel 2019, appena prima dello scoppio della pandemia, che all'epoca sembravano godere di ottime prospettive e che ora invece stentano a trovare spazio tra i desiderata degli italiani. "E' un po' come se il Covid avesse generato una sorta di reset nella domanda. Poca Naxos in Grecia, quindi per intenderci, ma si torna invece volentieri e Mykonos, Creta e Rodi. Anche l'Oman, che prometteva benissimo, oggi soffre un po'. «Noi però non ci fermiamo e oltre a trovare nuove strategie per queste mete, continuiamo a pensare anche ad altre destinazioni. Al momento stiamo per esempio studiando la Guinea Equatoriale, che ha molto da offrire soprattutto dal punto di vista naturalistico, e abbiamo introdotto una nuova declinazione di Doha. Il tutto, senza naturalmente dimenticare la novità Arabia Saudita: direi inevitabile visti gli investimenti che il Paese sta effettuando per valorizzare la propria proposta turistica». [post_title] => Ezhaya, Alpitour: il to chiude a 830 mln. Nel 2023 ai livelli pre-Covid [post_date] => 2022-11-25T09:15:26+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669367726000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434050 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Tre mood differenti per altrettante sfumature di divertimento da vivere in Thailandia. La destinazione best seller di KiboTours torna con una proposta di Capodanno davvero speciale per il 2023. A partire dalla classica accoppiata Bangkok più Phuket, dedicata a chi vuole trascorrere una vacanza dove protagonista è il relax. Le prime tre notti si soggiorna all’hotel Manhattan della capitale, con tempo libero a volontà per esplorare la grande metropoli. La seconda parte del viaggio, sei notti, si trascorre all’hotel Old Phuket di Karon Beach, situato nella zona meridionale dell'isola. I servizi sono di pernottamento e prima colazione, con la cena di Capodanno inclusa, come tutti i trasferimenti e l’assistenza KiboTours. Il prezzo parte da 2.290 euro a persona, dal 27 dicembre 2022 al 6 gennaio 2023. Pensata per chi vuole scoprire qualcosa di più, la combinazione minitour e Phuket prevede quattro notti itineranti con il tour Storia e natura diviso come pernottamenti tra Bangkok e Kanchanaburi. Il viaggio prevede visite con guida tra le principali attrazioni della capitale. Spostandosi verso Kanchanaburi si ha  poi modo di visitare il caratteristico mercato galleggiante di Damnoen Sadouak e il celebre river Kwai. Nel paesaggio naturale delle cascate Sai Yok è prevista la possibilità, a pagamento extra, di esperienze con i nobili elefanti del Siam e di soft rafting su di una zattera. Rientrando a Bangkok è prevista inoltre una tappa ad Ayutthaya, l’antica capitale del regno di Siam, sede del parco archeologico patrimonio dell’umanità Unesco. Le altre cinque notti si soggiorna infine all’hotel Kata Palm Resort e Spa, situato su Kata Beach. I servizi sono di pernottamento e prima colazione, con la cena di Capodanno inclusa, come tutti i trasferimenti e l’assistenza KiboTours. Il prezzo parte da 2.890 euro a persona, dal 27 dicembre 2022 al 6 gennaio 2023. Ancora più dinamica, infine, la terza opportunità proposta da KiboTours, riservata a chi adora il mare. In questo caso si comincia la vacanza con due notti all’hotel Sukosol di Bangkok, per poi spostarsi al Saii Phi Phi Island Village, sulle omonime isole dell’arcipelago di Phi Phi Island, che hanno ospitato il set del film The Beach con Leonardo di Caprio. Si soggiorna qui per tre notti, per poi spostarsi a Phuket, soggiornando nel 5 stelle Saii Laguna per le ultime quattro notti. I servizi sono di pernottamento e prima colazione, con la cena di Capodanno inclusa, come tutti i trasferimenti e l’assistenza KiboTours. Il prezzo parte da 3.390 euro a persona, dal 27 dicembre 2022 al 6 gennaio 2023. [post_title] => Tre sfumature di Thailandia per il Capodanno griffato KiboTours [post_date] => 2022-11-14T10:53:32+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1668423212000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 433856 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Vietnam, Cambogia, Thailandia e Maldive: sono queste le destinazioni protagoniste della buona performance di Go Asia, per i tour di Natale e Capodanno a conferma immediata con voli e servizi inclusi. “L’andamento delle prenotazioni per quelle destinazioni in Oriente come Vietnam, Cambogia, Thailandia e Maldive è assolutamente in linea con gli ultimi trend del turismo per il 2023 che vedono i clienti alla ricerca di viaggi fuori dalla comfort zone e in luoghi dove è possibile immergersi nella natura e vivere esperienze uniche" afferma Alessandro Alù, product manager di Go Asia. Tra i pacchetti per la Cambogia, Cambogia Classica è un tour completo che parte dalla visita di Phnom Penh con il Palazzo Reale, la pagoda d’argento ed i suoi mercati, continua l’esplorazione di Angkor, il grande lago Tonle Sap con i suoi villaggi galleggianti, la cittadina coloniale di Battambang e le sue campagne dove osservare la vita contadina e scoprire la Cambogia rurale più vera. Per i viaggi in Vietnam, il Vietnam Classico da Sud a Nord parte dalla scoperta della dinamica Ho Chi Minh City e della vasta area del delta del Mekong, con il caratteristico mercato galleggiante di Cai Rang. Si prosegue in volo per la parte centrale del paese dove si visita l’antica capitale Hué, il sito Cham di My Son, il più importante del paese, la cittadina di Hoi An. Il viaggio culmina con una crociera con pernottamento nella Baia di Halong con gli incredibili paesaggi di pinnacoli rocciosi che si elevano dal mare. [post_title] => Go Asia in allungo sul 2023 grazie alla performance dei tour in Vietnam, Cambogia e Thailandia [post_date] => 2022-11-10T12:17:49+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1668082669000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 433149 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Finale Ligure nel 2022 ha scelto di presentarsi attraverso la campagna di comunicazione “My Perfect Place”, che ha messo al centro le persone finalesi e le loro storie. Un mensile online, un progetto fotografico e una web serie sono i tre strumenti principali della campagna corale della destinazione turistica. Attraverso le storie di persone vere, impegnate nella cura e nelle azioni rivolte alla tutela del patrimonio, del paesaggio, dell’ambiente e del territorio, Finale ha voluto affermare così il valore intrinseco al proprio prodotto turistico Nel progetto “Persone”, 30 scatti del fotografo Corrado Murlo, specializzato in ritratti e fotografia documentaristica e creativa, raccontano altrettante storie finalesi, per far emergere un’immagine a tratti inconsueta delle persone e del loro legame con il territorio. Ne è scaturita una mostra fotografica, reale, durante tutta la scorsa estate nei Chiostri di Santa Caterina, e virtuale, sempre visibile sul sito web VisitFinaleLigure.it. Agli scatti fotografici si collegano le storie dei protagonisti, pubblicate ogni mese sulla testata online “My Perfect Place”, ma anche la web serie “The Perfect Place”, realizzata da Artescienza per la regia di Samuele Wurtz, di cui si è appena conclusa la prima stagione. La campagna low-budget, che si è articolata principalmente su canali digital, ha saputo raggiungere obiettivi importanti. Sono sicuramente significativi i dati della comunicazione digitale, con la newsletter “My Perfect Place” che registra una media di apertura del 48.9%, il profilo Instagram Visit Finale che ha segnato un incremento del 2.153% nella copertura dei posti e del + 31% nelle visite e la pagina Facebook che ha conquistato +1.146% in copertura, + 417% in like e + 158% in visite. A curare la campagna “My Perfect Place”, commissionata dal Comune di Finale Ligure, è stata l’agenzia di comunicazione savonese Studiowiki, associata a UNA – Aziende della Comunicazione Unite e membro di DE.DE – Destination Design, la rete di imprese assegnataria del servizio di gestione turistica della destinazione Finale Ligure.   [post_title] => Finale Ligure, con My Perfect Place le storie e i volti protagonisti della promozione [post_date] => 2022-10-29T10:24:27+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1667039067000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 433215 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Riparte il turismo e, con esso, la voglia di shopping tourism in Italia, con Stati Uniti, Germania, Francia e Regno Unito tra i principali mercati internazionali per l’incoming del nostro Paese e una spesa media pro-capite giornaliera di 100 euro. È la fotografia scattata da Risposte Turismo e presentata oggi a Venezia nell’ambito della tappa inaugurale di Shopping Tourism – il forum italiano, appuntamento dedicato agli operatori dello shopping ideato dalla stessa Risposte Turismo e organizzato quest’anno in partnership con il sistema Confcommercio e con Mastercard e Land of Fashion Villages main sponsor. La nuova edizione di Shopping Tourism Italian Monitor contiene quindi un’inedita indagine su un campione rappresentativo di 300 turisti stranieri (provenienti da Stati Uniti, Germania, Francia e Regno Unito), di cui la metà viaggiatori che hanno nello shopping la motivazione prevalente del viaggio. E tra i fattori che influenzano maggiormente la scelta della destinazione spiccano, dopo sconti, saldi e promozioni (60%), l’offerta commerciale della destinazione (34%), i servizi a disposizione (trasporti ma anche app dedicate e mappe, 32%), la vicinanza ad attrazione / luoghi da visitare (29%) e la presenza di produzioni tipiche/prodotti particolari o unici (27%). Tra le prime città menzionate quali mete in cui si sono realizzati i viaggi per shopping figura poi Milano assieme a Londra, New York e Parigi, mentre nelle città top of mind si inseriscono, oltre alle appena citate, anche Los Angeles, Barcellona, Madrid e Roma. Della parte del campione di intervistati riferita a chi dichiara di non aver mai viaggiato con lo shopping quale motivazione principale, il 14% ha indicato nel fare acquisti una delle attività prevalenti nel corso del soggiorno, dimostrando dunque la forza generale del binomio turismo e shopping tra la domanda. Focus Venezia Da un’ulteriore indagine effettuata su oltre 80 negozi a Venezia, tre clienti su quattro sono turisti e i livelli di vendita a fine anno saranno molto simili a quelli del 2019. Tra i viaggiatori stranieri maggiormente presenti nei negozi in città prevalgono gli statunitensi (32%), seguiti da francesi (25%), tedeschi (22%) e inglesi (8%). Inoltre, circa un terzo dei negozi intervistati sottolinea come, rispetto al 2019, le abitudini del turista siano cambiate: oggi si richiedono prodotti originali o personalizzati creati da artigiani locali e si vuole vivere nuove esperienze come quella di incontrare i produttori, così come si cerca l’ottimizzazione delle spedizioni di acquisti nei luoghi di vendita, sebbene una parte della clientela turistica esprima oggi un minore potere d’acquisto. Per quanto riguarda quindi le vendite ai turisti, nove negozianti su dieci sottolineano ottime prospettive per il 2023. Pur con un 64% di negozi che dispone di servizio e-commerce (prevalentemente tramite proprio sito), oltre sei su dieci puntano ancora sulla vendita in negozio. «Lo shopping tourism in Italia beneficia della ripresa dei viaggi, anche internazionali, con vantaggi per l’offerta commerciale delle destinazioni così come per altre componenti dei sistemi economici locali - ha sottolineato Francesco di Cesare, presidente di Risposte Turismo -. Per sfruttare questa opportunità, gli operatori dovranno dimostrare di essere aggiornati e sensibili rispetto alle richieste e preferenze dei turisti, in particolare di quelli che si muovono proprio per fare acquisti nelle destinazioni visitate, e si aspettano di poter acquisire valore, in termini di conoscenza, informazioni, intrattenimento, dall’esperienza che vivranno. I primi risultati dello Shopping Tourism Italian Monitor hanno evidenziato come, in particolare nelle città meta di consistenti flussi turistici, i titolari di punti vendita, non solo quelli appartenenti a catene e grandi marchi, si stiano attrezzando al meglio per rispondere a queste richieste. Serve però uno sforzo in più, come sistema-destinazione, per inquadrare meglio questo fenomeno, comprenderne le potenzialità e adattare l’intera offerta ricettiva a questo segmento di domanda in crescita». [post_title] => Risposte Turismo: Milano meta preferita dello shopping tourism insieme a Londra, Parigi e New York [post_date] => 2022-10-28T13:21:29+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1666963289000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 433086 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => L’Ente nazionale per il turismo thailandese si è aggiudicato il QPrize2022 – Diversity and Inclusion Travel Awards, premio italiano promosso da Quiiky Magazine con il patrocinio di Aitgl (Ente Italiano Turismo Lgbtq+) che viene attribuito da tre anni a questa parte alle realtà turistiche più attivamente impegnate nell’opera di promozione di un’ospitalità inclusiva nel turismo.   “La Thailandia afferma con sempre maggiore forza la sua vocazione di destinazione aperta, in continua evoluzione, al passo con i tempi, apripista e esempio non solo nel campo sella sostenibilità ma anche della costruzione di un nuovo turismo in cui l’ospitalità inclusiva è uno dei nostri fiori all’occhiello - commenta Sandro Botticelli, marketing manager dell’Ente in Italia -. Siamo orgogliosi e grati che il lavoro della Thailandia in questo segmento sia stato riconosciuto nel contesto di Iglta, vista la rilevanza internazionale della convention”.   La consegna del Premio è avvenuta nel corso del pre-opening della convention Iglta, il più grande evento internazionale dedicato al turismo Lgbtq+ che si sta svolgendo per la prima volta in Italia, a Milano, fino al prossimo 29 ottobre. [post_title] => L'Ente nazionale per il turismo thailandese conquista il QPrize2022 [post_date] => 2022-10-27T11:53:56+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1666871636000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 433013 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Un nuovo giro del mondo a tappe: questa l'iniziativa lanciata dalla divisione tour operator di Link Tours, impresa di Ferrara che opera nel turismo da oltre 40 anni. In occasione dei 150 anni dalla pubblicazione de "Il giro del mondo in 80 giorni" di Jules Verne, nasce un 'Grand Tour' che ripercorre le medesime tappe di quello originario, ma in modo contemporaneo. L'itinerario si snoderà per l'appunto nell'arco di un anno, dal 1° aprile 2023 al 31 marzo 2024: si potrà scegliere liberamente una o più tappe a cui partecipare, alternandosi in una staffetta di viaggiatori, chiamati “Foggies”, pronti a passarsi l'ideale testimone attraverso 36 Paesi. “L'obiettivo di fondo del progetto è quello di incontrare luoghi, persone e soprattutto se stessi per scoprire se, 150 anni dopo, viaggiare può ancora cambiarti la vita come ha fatto per Phileas Fogg” afferma Silvia Zannini di Link Tours. Il tour prenderà il via a Ferrara, in casa degli ideatori, per poi esplorare il Medio Oriente, con tappa in Israele, raggiungere i suggestivi deserti di Marocco e Tunisia, proseguendo in Europa attraverso Grecia, Portogallo, Francia, Inghilterra e nello specifico Londra, con sosta al Reformer Club. A seguire, tappe in Estremo Oriente fra Malesia, Thailandia, nord e sud America, fino ai Caraibi, per poi arrivare in Africa e di nuovo, per la conclusione, in Italia. Ciascuno dei 36 tour previsti è in realtà, un viaggio organizzato di 7, 10 o 12 giorni a seconda delle destinazioni. I viaggiatori saranno massimo 12 per ogni tappa per un totale di massimo 450, tutti uniti da un’unica passione, viaggiare, scoprire, conoscere e condividere. La community di viaggiatori avrà a disposizione blog e pagine social, create ad hoc dagli organizzatori del progetto, per condividere le esperienze e realizzare uno storytelling lungo un anno.   [post_title] => Link Tours firma il nuovo "Giro del Mondo": 36 tappe dal 1° aprile 2023 [post_date] => 2022-10-27T11:21:28+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1666869688000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "monografia thailandia" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":19,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":249,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434901","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Con il rebranding da parte di Phuket Boat Lagoon Co dell'attuale Boat Lagoon Resort di Phuket, Nh Hotels farà il suo ingresso in Thailandia, e in Asia, nel primo trimestre 2023. La firma ufficiale è stata presieduta da William Heinecke, fondatore e presidente di Minor International, società proprietaria di Minor Hotels. L'Nh Boat Lagoon Phuket Resort si trova sulla costa orientale dell’isola più famosa della Thailandia, nel cuore della nota laguna omonima: il primo porto turistico full-service di Phuket.\r\n\r\nLa struttura conta 271 chiavi, tra camere e appartamenti. In più, l’hotel offrirà un ristorante aperto tutto il giorno, un bar caffetteria nella hall, una piscina con bar, una palestra, un campo da tennis e un miniclub per bambini. Il resort si rivolgerà anche al mercato mice, proponendo ampi spazi per meeting ed eventi, tra cui una tensostruttura di mille metri quadrati per grandi eventi, un business centre e un ampio parcheggio.\r\n\r\nDa ricordare anche il complesso del porto turistico Boat Lagoon, che include una serie di negozi e facilities, oltre a ristoranti e luoghi di intrattenimento, tra cui una pista di pattinaggio. Un'ulteriore attrattiva è rappresentata dallo stesso porto turistico full-service, in grado di ospitare oltre 300 imbarcazioni fornendo assistenza e manutenzione in loco.","post_title":"Nh Hotels sbarca in Asia con la sua prima struttura a Phuket","post_date":"2022-11-28T10:54:55+00:00","category":["alberghi"],"category_name":["Alberghi"],"post_tag":[]},"sort":[1669632895000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434896","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Riuniti in crociera da Going, in navigazione da Venezia verso Croazia e Slovenia, gli agenti di viaggio hanno potuto conoscere direttamente dalle voci dei direttori e dei responsabili degli enti del turismo coinvolti le novità e i temi che caratterizzeranno la promozione nelle prossime stagioni turistiche. Si è svolto recentemente sulla Msc Sinfonia il primo appuntamento con la Going Academy, per un programma articolato che vedrà nell’arco dell’anno una serie di incontri ulteriori. «L’Academy è un prezioso contenitore di formazione che di volta in volta declineremo con educational a destinazione, oppure roadshow nelle regioni italiane – spiega il chief commercial & operations officer, Maurizio Casabianca -: attualmente lavoriamo al calendario del 2023, che ha già in programma fam trip legati a campagne di vendita».\r\n\r\nNella fattispecie, Going sta sviluppando un programma con Turkish Airlines sulla destinazione Turchia. Parallelamente, la piattaforma b2b Going4You si arricchirà di contenuti che le agenzie di viaggio possono riascoltare e scaricare in fari formati: video, testi e immagini, nonché webinar educativi sul prodotto.\r\n\r\nGli enti del turismo che hanno partecipato all’Academy sulla Sinfonia sono stati l’Egitto, la Giordania, Israele, le Seychelles e la Thailandia, mentre la Croazia ha supportato il team di prodotto di Going nelle attività di familiarizzazione. Così come la presenza delle dmc è valsa all’approfondimento sulla Turchia e al lancio del Marocco per il 2023. Invece, tra i player dell’hospitality si contavano Constance Hotels e Bahia Principe Resorts, senza dimenticare Msc Crociere, con cui il tour operator realizza la programmazione Going4Cruise, ovvero gli itinerari pre e post crociera nelle mete della compagnia. Infine, Ita Airways ed Europe Assistance si sono concentrate sui nuovi programmi per le agenzie di viaggio e sulle garanzie offerte dalle polizze assicurative.\r\n\r\nLa prima Going Academy ha infine annunciato anche le prossime nuove destinazioni del tour operator: Sud Africa, Kenya, Tanzania, Uzbekistan insieme al già citato Marocco.","post_title":"Si è svolto a bordo della Msc Sinfonia il primo appuntamento con la Going Academy","post_date":"2022-11-28T09:55:32+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1669629332000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434785","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Chiude a 830 milioni di euro l'anno del comparto tour operating di Alpitour World: la metà del fatturato complessivo di 1,6 miliardi del gruppo. «Non siamo ancora ai livelli del 2019 - racconta il general manager tour operating della compagnia, Pier Ezhaya, a margine della presentazione del nuovo logo -. Ma già dall'anno prossimo prevediamo di tornare sugli 1,35 miliardi di tre anni fa!. Molto bene stanno andando soprattutto le Maldive, l'Egitto e la Repubblica Dominicana. «Quest'ultima destinazione - prosegue Ezhaya - pare aver preso un po' il posto di Messico e Cuba come star dell'area caraibica. Buone poi le performance dell'Africa Orientale, soprattutto di Kenya e Zanzibar».\r\n\r\n«Per il 2023 ci aspettiamo quindi una ripresa del Messico e soprattutto una crescita su Mauritius, dove per la prima volta nella nostra storia posizioneremo un volo Neos, a partire dal prossimo 20 dicembre. Ci aspettiamo inoltre un Egitto ancora tonico e una Tunisia in recupero. La meta maghrebina potrebbe in particolare guadagnare quote di mercato a scapito di altre destinazioni mediterranee tradizionalmente più care come la Spagna e la Grecia, che potrebbero risentire della crescita dell'inflazione e della conseguente perdita di potere d'acquisto dei viaggiatori. Sul lungo raggio, infine, continuano a esercitare un grande appeal gli Stati Uniti, nonostante il cambio euro-dollaro sfavorevole. Ci attendiamo poi la ripartenza forte di Giappone e Thailandia e una sostanziale conferma dell'Indonesia\".\r\nReset della domanda\r\nA faticare un po' sono invece le mete nuove. Quelle destinazioni lanciate nel 2019, appena prima dello scoppio della pandemia, che all'epoca sembravano godere di ottime prospettive e che ora invece stentano a trovare spazio tra i desiderata degli italiani. \"E' un po' come se il Covid avesse generato una sorta di reset nella domanda. Poca Naxos in Grecia, quindi per intenderci, ma si torna invece volentieri e Mykonos, Creta e Rodi. Anche l'Oman, che prometteva benissimo, oggi soffre un po'.\r\n\r\n«Noi però non ci fermiamo e oltre a trovare nuove strategie per queste mete, continuiamo a pensare anche ad altre destinazioni. Al momento stiamo per esempio studiando la Guinea Equatoriale, che ha molto da offrire soprattutto dal punto di vista naturalistico, e abbiamo introdotto una nuova declinazione di Doha. Il tutto, senza naturalmente dimenticare la novità Arabia Saudita: direi inevitabile visti gli investimenti che il Paese sta effettuando per valorizzare la propria proposta turistica».","post_title":"Ezhaya, Alpitour: il to chiude a 830 mln. Nel 2023 ai livelli pre-Covid","post_date":"2022-11-25T09:15:26+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1669367726000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"434050","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Tre mood differenti per altrettante sfumature di divertimento da vivere in Thailandia. La destinazione best seller di KiboTours torna con una proposta di Capodanno davvero speciale per il 2023. A partire dalla classica accoppiata Bangkok più Phuket, dedicata a chi vuole trascorrere una vacanza dove protagonista è il relax. Le prime tre notti si soggiorna all’hotel Manhattan della capitale, con tempo libero a volontà per esplorare la grande metropoli. La seconda parte del viaggio, sei notti, si trascorre all’hotel Old Phuket di Karon Beach, situato nella zona meridionale dell'isola. I servizi sono di pernottamento e prima colazione, con la cena di Capodanno inclusa, come tutti i trasferimenti e l’assistenza KiboTours. Il prezzo parte da 2.290 euro a persona, dal 27 dicembre 2022 al 6 gennaio 2023.\r\n\r\nPensata per chi vuole scoprire qualcosa di più, la combinazione minitour e Phuket prevede quattro notti itineranti con il tour Storia e natura diviso come pernottamenti tra Bangkok e Kanchanaburi. Il viaggio prevede visite con guida tra le principali attrazioni della capitale. Spostandosi verso Kanchanaburi si ha  poi modo di visitare il caratteristico mercato galleggiante di Damnoen Sadouak e il celebre river Kwai. Nel paesaggio naturale delle cascate Sai Yok è prevista la possibilità, a pagamento extra, di esperienze con i nobili elefanti del Siam e di soft rafting su di una zattera. Rientrando a Bangkok è prevista inoltre una tappa ad Ayutthaya, l’antica capitale del regno di Siam, sede del parco archeologico patrimonio dell’umanità Unesco. Le altre cinque notti si soggiorna infine all’hotel Kata Palm Resort e Spa, situato su Kata Beach. I servizi sono di pernottamento e prima colazione, con la cena di Capodanno inclusa, come tutti i trasferimenti e l’assistenza KiboTours. Il prezzo parte da 2.890 euro a persona, dal 27 dicembre 2022 al 6 gennaio 2023.\r\n\r\nAncora più dinamica, infine, la terza opportunità proposta da KiboTours, riservata a chi adora il mare. In questo caso si comincia la vacanza con due notti all’hotel Sukosol di Bangkok, per poi spostarsi al Saii Phi Phi Island Village, sulle omonime isole dell’arcipelago di Phi Phi Island, che hanno ospitato il set del film The Beach con Leonardo di Caprio. Si soggiorna qui per tre notti, per poi spostarsi a Phuket, soggiornando nel 5 stelle Saii Laguna per le ultime quattro notti. I servizi sono di pernottamento e prima colazione, con la cena di Capodanno inclusa, come tutti i trasferimenti e l’assistenza KiboTours. Il prezzo parte da 3.390 euro a persona, dal 27 dicembre 2022 al 6 gennaio 2023.","post_title":"Tre sfumature di Thailandia per il Capodanno griffato KiboTours","post_date":"2022-11-14T10:53:32+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1668423212000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"433856","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":" Vietnam, Cambogia, Thailandia e Maldive: sono queste le destinazioni protagoniste della buona performance di Go Asia, per i tour di Natale e Capodanno a conferma immediata con voli e servizi inclusi.\r\n\r\n“L’andamento delle prenotazioni per quelle destinazioni in Oriente come Vietnam, Cambogia, Thailandia e Maldive è assolutamente in linea con gli ultimi trend del turismo per il 2023 che vedono i clienti alla ricerca di viaggi fuori dalla comfort zone e in luoghi dove è possibile immergersi nella natura e vivere esperienze uniche\" afferma Alessandro Alù, product manager di Go Asia.\r\n\r\nTra i pacchetti per la Cambogia, Cambogia Classica è un tour completo che parte dalla visita di Phnom Penh con il Palazzo Reale, la pagoda d’argento ed i suoi mercati, continua l’esplorazione di Angkor, il grande lago Tonle Sap con i suoi villaggi galleggianti, la cittadina coloniale di Battambang e le sue campagne dove osservare la vita contadina e scoprire la Cambogia rurale più vera.\r\n\r\nPer i viaggi in Vietnam, il Vietnam Classico da Sud a Nord parte dalla scoperta della dinamica Ho Chi Minh City e della vasta area del delta del Mekong, con il caratteristico mercato galleggiante di Cai Rang. Si prosegue in volo per la parte centrale del paese dove si visita l’antica capitale Hué, il sito Cham di My Son, il più importante del paese, la cittadina di Hoi An. Il viaggio culmina con una crociera con pernottamento nella Baia di Halong con gli incredibili paesaggi di pinnacoli rocciosi che si elevano dal mare.","post_title":"Go Asia in allungo sul 2023 grazie alla performance dei tour in Vietnam, Cambogia e Thailandia","post_date":"2022-11-10T12:17:49+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1668082669000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"433149","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Finale Ligure nel 2022 ha scelto di presentarsi attraverso la campagna di comunicazione “My Perfect Place”, che ha messo al centro le persone finalesi e le loro storie.\r\n\r\nUn mensile online, un progetto fotografico e una web serie sono i tre strumenti principali della campagna corale della destinazione turistica. Attraverso le storie di persone vere, impegnate nella cura e nelle azioni rivolte alla tutela del patrimonio, del paesaggio, dell’ambiente e del territorio, Finale ha voluto affermare così il valore intrinseco al proprio prodotto turistico\r\n\r\nNel progetto “Persone”, 30 scatti del fotografo Corrado Murlo, specializzato in ritratti e fotografia documentaristica e creativa, raccontano altrettante storie finalesi, per far emergere un’immagine a tratti inconsueta delle persone e del loro legame con il territorio. Ne è scaturita una mostra fotografica, reale, durante tutta la scorsa estate nei Chiostri di Santa Caterina, e virtuale, sempre visibile sul sito web VisitFinaleLigure.it.\r\n\r\nAgli scatti fotografici si collegano le storie dei protagonisti, pubblicate ogni mese sulla testata online “My Perfect Place”, ma anche la web serie “The Perfect Place”, realizzata da Artescienza per la regia di Samuele Wurtz, di cui si è appena conclusa la prima stagione.\r\n\r\nLa campagna low-budget, che si è articolata principalmente su canali digital, ha saputo raggiungere obiettivi importanti. Sono sicuramente significativi i dati della comunicazione digitale, con la newsletter “My Perfect Place” che registra una media di apertura del 48.9%, il profilo Instagram Visit Finale che ha segnato un incremento del 2.153% nella copertura dei posti e del + 31% nelle visite e la pagina Facebook che ha conquistato +1.146% in copertura, + 417% in like e + 158% in visite.\r\n\r\nA curare la campagna “My Perfect Place”, commissionata dal Comune di Finale Ligure, è stata l’agenzia di comunicazione savonese Studiowiki, associata a UNA – Aziende della Comunicazione Unite e membro di DE.DE – Destination Design, la rete di imprese assegnataria del servizio di gestione turistica della destinazione Finale Ligure.\r\n\r\n ","post_title":"Finale Ligure, con My Perfect Place le storie e i volti protagonisti della promozione","post_date":"2022-10-29T10:24:27+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":[]},"sort":[1667039067000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"433215","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Riparte il turismo e, con esso, la voglia di shopping tourism in Italia, con Stati Uniti, Germania, Francia e Regno Unito tra i principali mercati internazionali per l’incoming del nostro Paese e una spesa media pro-capite giornaliera di 100 euro. È la fotografia scattata da Risposte Turismo e presentata oggi a Venezia nell’ambito della tappa inaugurale di Shopping Tourism – il forum italiano, appuntamento dedicato agli operatori dello shopping ideato dalla stessa Risposte Turismo e organizzato quest’anno in partnership con il sistema Confcommercio e con Mastercard e Land of Fashion Villages main sponsor.\r\n\r\nLa nuova edizione di Shopping Tourism Italian Monitor contiene quindi un’inedita indagine su un campione rappresentativo di 300 turisti stranieri (provenienti da Stati Uniti, Germania, Francia e Regno Unito), di cui la metà viaggiatori che hanno nello shopping la motivazione prevalente del viaggio. E tra i fattori che influenzano maggiormente la scelta della destinazione spiccano, dopo sconti, saldi e promozioni (60%), l’offerta commerciale della destinazione (34%), i servizi a disposizione (trasporti ma anche app dedicate e mappe, 32%), la vicinanza ad attrazione / luoghi da visitare (29%) e la presenza di produzioni tipiche/prodotti particolari o unici (27%). Tra le prime città menzionate quali mete in cui si sono realizzati i viaggi per shopping figura poi Milano assieme a Londra, New York e Parigi, mentre nelle città top of mind si inseriscono, oltre alle appena citate, anche Los Angeles, Barcellona, Madrid e Roma. Della parte del campione di intervistati riferita a chi dichiara di non aver mai viaggiato con lo shopping quale motivazione principale, il 14% ha indicato nel fare acquisti una delle attività prevalenti nel corso del soggiorno, dimostrando dunque la forza generale del binomio turismo e shopping tra la domanda.\r\n\r\nFocus Venezia\r\n\r\nDa un’ulteriore indagine effettuata su oltre 80 negozi a Venezia, tre clienti su quattro sono turisti e i livelli di vendita a fine anno saranno molto simili a quelli del 2019. Tra i viaggiatori stranieri maggiormente presenti nei negozi in città prevalgono gli statunitensi (32%), seguiti da francesi (25%), tedeschi (22%) e inglesi (8%). Inoltre, circa un terzo dei negozi intervistati sottolinea come, rispetto al 2019, le abitudini del turista siano cambiate: oggi si richiedono prodotti originali o personalizzati creati da artigiani locali e si vuole vivere nuove esperienze come quella di incontrare i produttori, così come si cerca l’ottimizzazione delle spedizioni di acquisti nei luoghi di vendita, sebbene una parte della clientela turistica esprima oggi un minore potere d’acquisto. Per quanto riguarda quindi le vendite ai turisti, nove negozianti su dieci sottolineano ottime prospettive per il 2023. Pur con un 64% di negozi che dispone di servizio e-commerce (prevalentemente tramite proprio sito), oltre sei su dieci puntano ancora sulla vendita in negozio.\r\n\r\n«Lo shopping tourism in Italia beneficia della ripresa dei viaggi, anche internazionali, con vantaggi per l’offerta commerciale delle destinazioni così come per altre componenti dei sistemi economici locali - ha sottolineato Francesco di Cesare, presidente di Risposte Turismo -. Per sfruttare questa opportunità, gli operatori dovranno dimostrare di essere aggiornati e sensibili rispetto alle richieste e preferenze dei turisti, in particolare di quelli che si muovono proprio per fare acquisti nelle destinazioni visitate, e si aspettano di poter acquisire valore, in termini di conoscenza, informazioni, intrattenimento, dall’esperienza che vivranno. I primi risultati dello Shopping Tourism Italian Monitor hanno evidenziato come, in particolare nelle città meta di consistenti flussi turistici, i titolari di punti vendita, non solo quelli appartenenti a catene e grandi marchi, si stiano attrezzando al meglio per rispondere a queste richieste. Serve però uno sforzo in più, come sistema-destinazione, per inquadrare meglio questo fenomeno, comprenderne le potenzialità e adattare l’intera offerta ricettiva a questo segmento di domanda in crescita».","post_title":"Risposte Turismo: Milano meta preferita dello shopping tourism insieme a Londra, Parigi e New York","post_date":"2022-10-28T13:21:29+00:00","category":["mercato_e_tecnologie"],"category_name":["Mercato e tecnologie"],"post_tag":[]},"sort":[1666963289000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"433086","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"L’Ente nazionale per il turismo thailandese si è aggiudicato il QPrize2022 – Diversity and Inclusion Travel Awards, premio italiano promosso da Quiiky Magazine con il patrocinio di Aitgl (Ente Italiano Turismo Lgbtq+) che viene attribuito da tre anni a questa parte alle realtà turistiche più attivamente impegnate nell’opera di promozione di un’ospitalità inclusiva nel turismo.\r\n \r\n“La Thailandia afferma con sempre maggiore forza la sua vocazione di destinazione aperta, in continua evoluzione, al passo con i tempi, apripista e esempio non solo nel campo sella sostenibilità ma anche della costruzione di un nuovo turismo in cui l’ospitalità inclusiva è uno dei nostri fiori all’occhiello - commenta Sandro Botticelli, marketing manager dell’Ente in Italia -. Siamo orgogliosi e grati che il lavoro della Thailandia in questo segmento sia stato riconosciuto nel contesto di Iglta, vista la rilevanza internazionale della convention”.\r\n \r\nLa consegna del Premio è avvenuta nel corso del pre-opening della convention Iglta, il più grande evento internazionale dedicato al turismo Lgbtq+ che si sta svolgendo per la prima volta in Italia, a Milano, fino al prossimo 29 ottobre.","post_title":"L'Ente nazionale per il turismo thailandese conquista il QPrize2022","post_date":"2022-10-27T11:53:56+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1666871636000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"433013","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Un nuovo giro del mondo a tappe: questa l'iniziativa lanciata dalla divisione tour operator di Link Tours, impresa di Ferrara che opera nel turismo da oltre 40 anni. In occasione dei 150 anni dalla pubblicazione de \"Il giro del mondo in 80 giorni\" di Jules Verne, nasce un 'Grand Tour' che ripercorre le medesime tappe di quello originario, ma in modo contemporaneo.\r\nL'itinerario si snoderà per l'appunto nell'arco di un anno, dal 1° aprile 2023 al 31 marzo 2024: si potrà scegliere liberamente una o più tappe a cui partecipare, alternandosi in una staffetta di viaggiatori, chiamati “Foggies”, pronti a passarsi l'ideale testimone attraverso 36 Paesi.\r\n\r\n“L'obiettivo di fondo del progetto è quello di incontrare luoghi, persone e soprattutto se stessi per scoprire se, 150 anni dopo, viaggiare può ancora cambiarti la vita come ha fatto per Phileas Fogg” afferma Silvia Zannini di Link Tours.\r\n\r\nIl tour prenderà il via a Ferrara, in casa degli ideatori, per poi esplorare il Medio Oriente, con tappa in Israele, raggiungere i suggestivi deserti di Marocco e Tunisia, proseguendo in Europa attraverso Grecia, Portogallo, Francia, Inghilterra e nello specifico Londra, con sosta al Reformer Club. A seguire, tappe in Estremo Oriente fra Malesia, Thailandia, nord e sud America, fino ai Caraibi, per poi arrivare in Africa e di nuovo, per la conclusione, in Italia.\r\n\r\nCiascuno dei 36 tour previsti è in realtà, un viaggio organizzato di 7, 10 o 12 giorni a seconda delle destinazioni. I viaggiatori saranno massimo 12 per ogni tappa per un totale di massimo 450, tutti uniti da un’unica passione, viaggiare, scoprire, conoscere e condividere. La community di viaggiatori avrà a disposizione blog e pagine social, create ad hoc dagli organizzatori del progetto, per condividere le esperienze e realizzare uno storytelling lungo un anno.\r\n\r\n ","post_title":"Link Tours firma il nuovo \"Giro del Mondo\": 36 tappe dal 1° aprile 2023","post_date":"2022-10-27T11:21:28+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1666869688000]}]}}