14 April 2024

Monografia Thailandia

Monografia “Thailandia. Il Paradiso esiste” realizzata dal giornale Travel Quotidiano. I protagonisti: ente nazionale per il turismo thailandese, il tour operator Viaggi dell’Elefante e la compagnia aerea Thai Airways.

La Thailandia riceve ogni anno più visitatori di ogni altro Paese dell’Asia sud-orientale. La sua popolarità tra i viaggiatori di tutto il mondo, e sempre più tra gli italiani, è dovuta ad una combinazione di fattori importanti come la bellezza delle sue spiagge, la natura incontaminata, le testimonianze archeologiche e artistiche di antiche civiltá, la cultura del sorriso e dell’ospitalità che caratterizza il popolo thailandese, una cucina tra le migliori d’oriente, un sistema di trasporti efficiente e, non ultimo, il costo contenuto del viaggio rispetto ad altre mete lontane. Dalle spiagge bianche di Phuket e Koh Samui ai templi buddisti di Chiang Mai e Lampang, dai sontuosi parchi nazionali ai suggestivi siti archeologici, dalle culture più tradizionali sino al fascino di Bangkok, metropoli in continua trasformazione, un viaggio in Thailandia offre molte possibilità di scoperta e divertimento, anche per il viaggiatore indipendente.

Il viaggio proposto in Thailandia dalla Monografia parte dunque dal nord del Paese con la capitale della zona è Chiang Mai, la seconda città Lampang e le antiche Chiang Rai  e Sukhothai.  Ci si dirige poi verso la Thailandia centrale, il vero cuore pulsante del Paese. Oltre a città come Ayutthaya  o alle località balneari come Pattaya e Hua Hin, un approfondimento a parte va riservato alla capitale Bangkok. Il sud del Paese è poi costituito dallo stretto ponte di terra dell’istmo di Kra che si allarga poi a formare la penisola malese. In questa sottile striscia di terra che si affaccia sul golfo del Siam e sul mar delle Andamane il clima è di tipo tropicale, caratterizzato dalla presenza dei monsoni. Isole con spiagge bianchissime e attrezzature turistiche spettacolari e all’avanguardia, sono una delle principali
fonti di ricchezza del paese degli uomini liberi.

Alcuni nomi sono ormai entrati nell’immaginario collettivo, come Phuket, Phi Phi Island, Koh Samui, Koh Lanta e molte altre. È in questa parte del Paese che si può affermare che in Thailandia il paradiso esiste. Si può certamente dire che la provincia di Krabi è una delle più belle del Regno. La vicina baia di Phangnga, con le sue torri di pietra calcarea, è il set ideale per numerosi film….

La Monografia propone inoltre un approfondimento sulla storia, la flotta e i vantaggi di volare con la compagnia aerea Thai Airways e gli itinerari di viaggio offerti tra natura e cultura dal tour operator Viaggi dell’Elefante.

 

 


Scarica il PDF
Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465193 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Sedici proposte distintive, dal profondo valore archeologico, antropologico e naturalistico, che spaziano dall’Africa all’Oceania, passando per Europa, Medio Oriente e Asia. “A pochi mesi dall’ingresso di Shiruq nell’orbita di Mappamondo, siamo lieti di presentare al mercato la nostra offerta di viaggi culturali con partenze a data fissa per l’intero 2024 - dichiara Francesca Lorusso, responsabile del marchio Shiruq -. Offerte strutturate che possono contare su tariffe fisse e prezzi concorrenziali grazie ai servizi in allotment. Viaggi per piccoli gruppi, max 12 partecipanti, al fine di garantire un'esperienza di viaggio più intima ed approfondita”. Denominatore comune di tutti i viaggi, la presenza dell’accompagnatore dall’Italia: una figura culturale significativa, che detiene una profonda conoscenza dei luoghi e una grande competenza nella gestione delle dinamiche di gruppo. Tra le punte di diamante della programmazione ’24 di Shiruq by Mappamondo: la Georgia, in un viaggio di agosto condotto dal giornalista e storico Piero Pasini; l’Australia, con l’esplorazione del selvaggio outback a cura della tour leader Carla Piazza, tra le maggiori esperte della destinazione; l’Algeria, in uno straordinario quanto inaspettato connubio di archeologia e deserto, da scoprire con Valentina Rubbi, accompagnatrice e divulgatrice culturale. Non mancano le partenze in occasione dei grandi festival, come il Diwali (festival delle luci) in Karnataka (India) e il That Luang Festival in Laos. Le sedici proposte sono consultabili, nei dettagli, al sito shiruqviaggi.com. Inoltre, nell’area agenzie del sito, sono presenti le locandine di ogni viaggio, da scaricare e utilizzare in agenzia. “Un importante passo in avanti per Shiruq by Mappamondo – conferma Andrea Mele, ceo Mappamondo – frutto di un intenso lavoro di programmazione, che ci permette di offrire ora alle agenzie tanto nuovo prodotto di qualità, a conferma immediata, da proporre ai propri clienti più attenti, sia per il periodo di alta stagione di agosto, sia per i mesi a seguire”. A supporto degli agenti di viaggio, il programma di formazione ShiruqLab: un ciclo di webinar monografici, dedicati alle nuove proposte. Incontri condotti dai pm e dai tour leader di Shiruq, progettati per trasferire agli agenti gli strumenti e le competenze necessarie per offrire ai propri clienti consulenze di viaggio altamente qualificate e personalizzate. [post_title] => Disponibile l'intera programmazione 2024 con partenza a data fissa della Shiruq by Mappamondo [post_date] => 2024-04-10T10:34:45+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712745285000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 465129 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Non si arresta la corsa post-pandemia della Thailandia, che macina risultati in crescita, mentre porta avanti un'iniziativa per un programma di visti congiunti con cinque Paesi del Sud-est asiatico in modo da semplificarne ulteriormente l'accesso da parte dei visitatori internazionali. Dal 1° gennaio al 31 marzo 2024, il Paese del Sorriso ha accolto ben 9.370.297 viaggiatori internazionali, pari ad un'impennata del 44% rispetto allo scorso anno: il Ministero del Turismo e dello Sport thailandese, sottolinea in una nota ufficiale che ciò si è tradotto in 11,42 miliardi di euro di entrate per gli imprenditori locali. Lo studio di un visto comune, sul modello di quello dei paesi Schengen, per Thailandia, Cambogia, Laos, Malesia, Myanmar e Vietnam - che nel 2023, insieme, hanno ospitato circa 70 milioni di turisti - faciliterebbe e incentiverebbe l'arrivo di un maggior numero di viaggiatori a lungo raggio e con alti livelli di spesa. Iniziativa, come segnala Bloomberg, in linea con quelle messe in campo dal Primo Ministro thailandese, Srettha Thavisin. Srettha - che si è impegnato ad elevare lo status di hotspot turistico della Thailandia a hub logistico e dell'aviazione - ha discusso l'idea del visto di tipo Schengen con i suoi omologhi di Cambogia, Laos, Malesia, Myanmar e Vietnam negli ultimi mesi. La struttura dovrebbe garantire ai viaggiatori una mobilità senza soluzione di continuità tra i sei Paesi confinanti. [post_title] => Thailandia: boom di visitatori nel primo trimestre. Allo studio un visto unico per 6 Paesi dell'area [post_date] => 2024-04-09T11:16:22+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712661382000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464696 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => E' lo Zeta Club Selinunte il primo resort di proprietà e a gestione diretta del tour operator siciliano Isola Azzurra. La struttura andrà a unirsi agli altri due Zeta Club & Resort: i 4 stelle Alicudi di Sciacca e Donnalucata di Scicli. New entry anche per la gamma Platinum Village. In Sicilia si tratta del Cefalù Resort Sporting Club; in Calabria, del Falkensteiner Club Funimation Garden; in Puglia, del Grand Hotel dei Cavalieri e del villaggio residence Punta Grossa; in Sardegna, del Cala della Torre Resort. Vanno ad arricchire un'offerta che da anni già comprende il Voi Arenella Resort di Siracusa, i Zahira e Sikania Resort a Marina di Butera, nonché il Marina del Marchese Beach Resort. Tutte strutture sulle quali l'operatore investe in importanti operazioni di vuoto per pieno, garantendo una grande disponibilità di camere al mercato. La divisione Azzurra World dedicata al tailor made lungo raggio per le destinazioni Stati Uniti in tour, con estensioni mare o crociera, Caraibi, Messico, Polinesia Francese, Emirati Arabi Uniti, Oceano Indiano, Thailandia, Indonesia e Singapore, quest'anno offre poi partenze speciali con voli garantiti Ita su Nyc con programmi New York e Tour dell’Est, serviti da voli da Palermo, Catania e Linate a partire dal 27 maggio fino al 9 settembre. Isola Azzurra presenterà tutte le novità alla prossima edizione di Travelexpo 2024, in programma dal 5 al 7 aprile al Cds Terrasini.   [post_title] => Lo Zeta Club Selinunte primo resort di proprietà e gestione diretta del to Isola Azzurra [post_date] => 2024-04-02T11:34:45+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712057685000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464677 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Trieste Airport entra ufficialmente nella stagione estiva forte di un 2023 dai risultati positivi: il cda dell'Aeroporto Friuli Venezia Giulia ha infatti approvato il bilancio di esercizio 2023 - annata che ha segnato tra l'altro il record storico dei passeggeri - con un utile è di 3,2 milioni di euro (+33% sul 2022), un'ebitda di 6,5 milioni (+16%) e un valore della produzione pari a 24 milioni (+18,2%). In miglioramento pure la posizione finanziaria netta, che passa dai 5,8 milioni del 2022 ai 3,6 milioni del 2023. Una nota del cda ricorda inoltre il +33,5% di passeggeri, mai così numerosi (932.767), in conseguenza non solo della ripartenza post pandemia, ma anche dell’incremento di collegamenti a disposizione del bacino d’utenza nordestino e transfrontaliero. Sono stati inoltre 564.439 gli utenti del polo intermodale Trieste Airport che hanno utilizzato il trasporto pubblico locale (treno e bus), anche in questo caso con un netto aumento (+43%) sull’anno precedente. «Una fotografia decisamente soddisfacente – commenta l’amministratore delegato Marco Consalvo – la crescita dei passeggeri e delle destinazioni ci sta consentendo un cambio di profilo e vogliamo continuare in questa direzione. Il contesto attuale è di un aeroporto che si sta sempre più trasformando anche in un centro intermodale dei trasporti regionali. E proprio a supporto dell’intermodalità, dallo scorso ottobre abbiamo attivato la rivoluzione tariffaria per i mille stalli del parcheggio P8, offerti a un euro per 12 ore di sosta a pendolari e turisti che si spostano con auto privata, ma che intendano raggiungere con i servizi pubblici i principali centri urbani della regione». Intanto ha preso il via domenica, 31 marzo, l'operativo estivo 2024 con l’inaugurazione di sette nuove destinazioni: Berlino, Brindisi, Budapest (che decollerà però dal 2 giugno), Cracovia, Olbia, Parigi Beauvais e Siviglia. Tutto gestite da Ryanair, che serve Ronchi dei Legionari anche su Barcellona, Bruxelles Charleroi, Bari, Cagliari, Catania, Dublino, Londra Stansted, Malta, Napoli, Palermo e Valencia. [post_title] => Trieste Airport: il 2023 centra il record di passeggeri e utili per 3,2 mln di euro [post_date] => 2024-04-02T10:39:48+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1712054388000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464568 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Tante sono le novità firmate Guiness per la programmazione 2024-2025. L’offerta del tour operator è di 240 itinerari e più di 1000 partenze lungo tutto l'arco dell’anno verso oltre 100 destinazioni in tutto il mondo. Partendo dall’Asia Orientale, una esclusiva new entry è il Bhutan (Gran Tour Bhutan & Nepal Prestige) , uno dei paesi meno accessibili al turismo e allo stesso tempo depositario di una grande ricchezza naturale e spirituale. In Thailandia, gli itinerari proposti sono aumentati a 5, coniugando le attrazioni più belle della capitale e del nord del paese con le meraviglie dell’arcipelago thailandese (Gran Tour Thailandia, Thailandia & Phuket, Bangkok & Ko Samui, Bangkok e Khao Lak, Meraviglie della Natura). Anche nella vicina Indonesia la programmazione ha visto ampliare il numero di itinerari: Gran Tour Indonesia - Java & Bali, Amazing Bali -, l’isola degli Dei e la novità Bali & Lombok. Grande rientro la Cina, presente anche in un combinato con il Tibet. Spostandoci in America Latina, le Galapagos impreziosiscono un nuovo tour in Ecuador, mentre il Cile si allarga a comprendere anche l’Isola di Pasqua, una delle destinazioni più remote del pianeta. In Africa e nel Vicino Oriente, le novità sono rispettivamente l’Algeria e l’Arabia Saudita. I primi mesi dell’anno sono più che promettenti e confermano in larga parte le proiezioni di fine 2023: il mercato è sicuramente in netta ripresa, con alcune destinazioni in particolare sulla cresta dell’onda. Il Giappone continua a registrare numeri da sold-out, gli Usa sono in costante ascesa e l’Europa attira sempre con i suoi evergreen. [post_title] => In casa Guiness tante novità sulle destinazioni Mondo nel 2024-2025 [post_date] => 2024-03-28T15:57:24+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1711641444000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464486 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Parte bene l'avventura di Mapo World. A 12 mesi dalla sua inaugurazione, la nuova divisione lungo raggio di Mapo Travel ha infatti raggiunto e superato l'obiettivo prefissato dei 3 milioni di euro di fatturato.  “Abbiamo vissuto il primo anno con tantissimo entusiasmo – spiega il branch manager, Roberto Servetti –. È stato un susseguirsi di incontri con le agenzie di viaggio, lavoro sulle destinazioni, progettazione di itinerari tailor made. Il 29 marzo 2023 a Torino abbiamo presentato il nuovo progetto e inaugurato la sede Mapo di via Reiss Romoli ponendoci un obiettivo di 3 milioni di euro di fatturato. Oggi possiamo dire che il traguardo è stato raggiunto e superato. E per il 2024 alziamo ancora di più l’asticella, puntando a raddoppiare questi risultati”. Negli ultimi mesi il tour operator ha annunciato nuovi ingressi nel team commerciale: da Alessandro Marcioni, per il Piemonte e le aree di Milano e Monza Brianza, a Cristiano Celentano per il Triveneto; da Alessandro Martini, impegnato nell’area Lazio, ad Alessandra Loddo, senior specialist prodotto Oceano Indiano e Africa. “Thailandia, Stati Uniti e Giappone sono state le destinazioni più richieste in questi primi dodici mesi - conclude Servetti -. E abbiamo nuove destinazioni in cantiere che scopriremo nelle prossime settimane. Intanto, per il solo mese di agosto abbiamo oltre 400 posti su Milano e Roma per l’area Oriente-Africa”. [post_title] => Parte bene l'avventura di Mapo World: fatturato sopra l'obiettivo dei 3 mln di euro [post_date] => 2024-03-28T10:08:49+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1711620529000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464276 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Negli Stati Uniti alcune proposte per New York, pacchetti brevi ma completi, con volo intercontinentale da diversi aeroporti e la visita alle principali attrazioni della Grande Mela per una toccata e fuga, ideali per i ponti dei prossimi mesi. Per chi preferisce i parchi americani, sono ora disponibili nuovi glamping di lusso immersi in contesti unici, a poca distanza da luoghi come il Grand Canyon, Bryce Canyon, Lake Powell o Moab. Dalla parte opposta del planisfero, molto richiesti sono poi i tour esclusivi per il Giappone, alla scoperta delle metropoli frenetiche e dei villaggi dell’epoca Edo, con un massimo di dieci persone, o in Thailandia con tour max otto anche in alta stagione, consentendo visite ed esperienze di altissimo livello. Sono solo alcune delle ultime novità Tour Experience e Luxury Temptation del to di casa Uvet, Amo il Mondo. Per gli amanti delle esperienze fuori dalle rotte turistiche classiche, ma anche fuori dal comune, il comparto Africa e Oceano Indiano propone infatti per il 2024 altre soluzioni come il Rovos Rail, tour del Sudafrica su un treno di lusso, o il Train on the bridge, combinazione tra la natura del Kruger National Park e il lusso, a bordo di un treno appena ristrutturato. Gli amanti dei self drive potranno invece scegliere fra diversi nuovi programmi, con possibilità di pernottamenti esclusivi sugli alberi al Vindoux Tree House o nei Vardos, tipici carri dai colori vivaci. Amo il Mondo offre anche molte proposte luxury, per coloro che amano concedersi qualche sfizio in più: hotel e resort a 5 stelle immersi nella foresta in Belize o affacciati su siti archeologici come il Belmond Sanctuary Lodge situato all’ingresso di Machu Picchu o sulle sponde del lago Titicaca; hotel di lusso alle Maldive come i Como Hotels, Vakkaru e Gili Lankanfushi, isole private e crociere tra i panorami ineguagliabili delle Seychelles e in Madagascar. Completano l’offerta trekking, wine tour, island hopping e gli immancabili safari. [post_title] => Amo il Mondo spinge su lusso e tour experience [post_date] => 2024-03-26T10:29:29+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1711448969000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464216 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => [caption id="attachment_464219" align="alignleft" width="300"] Vittorio Ducrot[/caption] Ci sarà anche la presentazione di un libro autobiografico del fondatore Vittorio Ducrot (in programma allo spazio Ducrot in primavera), nonché un press tour al Ducrot Rose garden, la villa di campagna di famiglia sulle colline umbre, tra le iniziative che i Viaggi dell'Elefante ha in programma quest'anno per festeggiare i propri primi 50 anni. L'operatore capitolino è infatti nato nel 1974 da un’idea di Vittorio Ducrot, per gli amici Vicky, viaggiatore appassionato e desideroso di condividere le proprie scoperte fatte in anni di esplorazioni in decine di Paesi del mondo. “Sin dall’inizio la nostra scelta, realizzata con il sostegno della compagnia di bandiera olandese Klm, fu quella di offrire ai clienti un tipo di viaggio di alta gamma in tutti i continenti - racconta Enrico Ducrot, figlio del fondatore e ceo dell’azienda -, selezionando le destinazioni più suggestive e garantendo il massimo comfort e professionalità in ogni dettaglio del viaggio. Dalle selvagge terre dell'Indonesia ai maestosi safari in Tanzania, dalle antiche meraviglie dell'India alle incantevoli spiagge del Centro America, il marchio ha continuato a innovare”. I cataloghi, sin dalla prima pubblicazione, erano illustrati con le miniature indiane della collezione di famiglia e con le antiche incisioni, estratte dai libri di esplorazione ottocenteschi della biblioteca. “Per questo abbiamo deciso di pubblicare il nuovo catalogo del Cinquantesimo anniversario - prosegue Ducrot - con in copertina una delle miniature più amate da mio padre Vicky Ducrot. Molte di queste illustrazioni originali sono ancora presenti nella collezione in azienda, come quelle di David Roberts”. La storia di Viaggi dell'Elefante è segnata da una continua evoluzione. La proposta iniziale di viaggi di gruppo si è trasformata nel tempo in viaggi su misura, con itinerari personalizzati creati da veri e propri artigiani del viaggio. Nel corso degli anni, il marchio ha ampliato la propria offerta introducendo nuove destinazioni: dalle strade storiche come la via della Seta alle spiagge paradisiache del Sud America e dell'Oceania. Nel 2006 è stata lanciata la linea Ecoluxury, un'innovativa proposta che unisce l'alta qualità del servizio con un’attenzione particolare per la sostenibilità ambientale e il supporto alle comunità locali. «Il successo dei Viaggi dell'Elefante è il frutto del lavoro instancabile di un team di oltre 35 esperti - aggiunge Ducrot -, impegnati ogni giorno a mantenere vivo lo spirito e gli ideali del fondatore. Clienti affezionati, alcuni dei quali alla terza e quarta generazione, testimoniano la reputazione e l'impegno costante del marchio nel fornire esperienze di viaggio indimenticabili». In occasione di questo importante anniversario, Viaggi dell'Elefante rinnova inoltre il proprio impegno verso la sostenibilità e l'etica nel turismo, con l'obiettivo di coinvolgere un numero sempre più consistente di partner e clienti nel sostegno alle realtà locali e alla conservazione del patrimonio culturale e ambientale delle destinazioni visitate. “La nostra programmazione si arricchisce quest’anno di trenta partenze speciali, viaggi di gruppo accompagnati da esperti - conclude Ducrot - per visitare mete in tutto il mondo legate a ricorrenze, feste, festival ed eventi religiosi che rendono questi viaggi veramente unici”. Con un fatturato medio annuo di 20 milioni di euro, il to offre una gamma di proposte turistiche suddivise in otto brand differenti: Turismo Accessibile, Blu, Arte, Best Seller, Digital Detox, Fotografia, Limited Edition ed Ecoluxury, studiati per soddisfare le richieste e le necessità di una clientela sempre più vicina all’ambiente, alla sostenibilità, alla bellezza, alla cultura e al rispetto delle tradizioni che il mondo sa offrire.   [post_title] => Viaggi dell'Elefante: il to fondato da Vittorio Ducrot festeggia i propri primi 50 anni [post_date] => 2024-03-25T11:36:47+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1711366607000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 464178 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => In prossimità delle vacanze di Pasqua e dei ponti festivi della primavera 2024 l’Osservatorio Astoi Confindustria - l’Associazione del tour operating italiano - è già in grado di confermare una crescita dei ricavi del comparto. I fatturati relativi alle partenze del periodo che va da Pasqua al 1°maggio realizzano una crescita dell’8% rispetto al pari periodo del 2023. La tipologia di viaggio preferita verte da un lato sulla formula villaggio all inclusive, ideale per il segmento famiglie, dall’altro su tour itineranti a medio o lungo raggio, comprensivi di guide ed esperienze. Balzo in avanti del cosiddetto advance booking - la prenotazione anticipata - mai così preponderante negli ultimi quattro anni: per il periodo di Pasqua il 35% delle pratiche è stato prenotato con oltre 90 giorni di anticipo. Una Pasqua anticipata rispetto allo scorso anno spinge i connazionali a prediligere in generale mete estere; tuttavia, si riscontra ancora un’importante richiesta per la montagna in Italia. Europa, lungo raggio e crociere In Europa, l’Islanda è una riconferma, cui si aggiungono Irlanda, Paesi scandinavi e Portogallo. Nel medio raggio, il conflitto in Medio Oriente continua ad impattare sulle destinazioni colpite e sulle zone limitrofe, tra cui l’Egitto, anche se l’appeal di questa destinazione resta molto rilevante; in riduzione le crociere sul Nilo mentre si registrano prenotazioni consistenti (seppur in calo rispetto allo scorso anno) per i soggiorni balneari nel Mar Rosso, nei resort a Sharm el Sheikh e Marsa Alam. Nelle festività primaverili del 2024 non mancano le mete evergreen, Canarie e Capo Verde in primis, che salgono nel ranking sfruttando a proprio favore il calo del Mar Rosso. Il lungo raggio si muove sempre su un doppio binario: da un lato i soggiorni nei mari caldi, come Repubblica Dominicana, Maldive ed East Africa, dall’altro i viaggi di scoperta, gli itinerari, sia nella versione classica che in quella tailor made. Stati Uniti e Giappone sono sempre nel cuore degli italiani, ma suscitano molto interesse anche Thailandia, Sudafrica e tutto il Sudamerica. Iniziano nuovamente le prenotazioni sulla Cina dopo un lungo periodo di blackout. Nel settore crocieristico la primavera conferma l’andamento in crescita delle prenotazioni che sta caratterizzando il 2024. Secondo CLIA, l’Associazione che riunisce le principali Compagnie di crociera, quest’anno in Italia si supererà la quota di 14 milioni di passeggeri movimentati contro i 13,8 del 2023, il che conferma il Belpaese come principale meta europea. Tra le destinazioni preferite della primavera molto apprezzati sono il Mediterraneo Occidentale e Orientale, fino alle crociere più lunghe (sino a due settimane) in Portogallo, Marocco, Turchia, Grecia, isole Canarie e Azzorre. Ezhaya «Le prenotazioni per il periodo di Pasqua e ponti primaverili registrano una crescita dei ricavi dell’8% sul 2023 e la quasi totalità delle destinazioni coinvolte evidenzia un trend positivo. Il turismo organizzato registra crescite percentualmente più alte del turismo in generale, segno che è finalmente scelto dai consumatori per gli insostituibili valori che lo caratterizzano. «Infatti, è percepito dalle persone come fonte di garanzie, ma anche come canale dove riuscire a prenotare esperienze più personalizzate e difficilmente reperibili individualmente - commenta Pier Ezhaya, presidente Astoi Confindustria Viaggi - considerando la forte incidenza della prenotazione anticipata rilevata per le vacanze di Pasqua e visto l’incremento dei ricavi registrato per questo periodo, possiamo guardare con fiducia anche all’imminente estate: stimiamo infatti una crescita dei ricavi pari al 10% per il periodo estivo che contribuirà a consolidare la già buona stagione estiva del 2023 e a rafforzare l’intero comparto”» L’Osservatorio Astoi rileva che la durata media del viaggio durante i ponti festivi della primavera 2024 è di circa 8 giorni. I costi medi per persona vanno da 1.150 euro per il prodotto generalista, a 1.600 euro per una vacanza in villaggio, salendo a 3.500 euro quando si tratta di viaggi su misura. Rincari Il rincaro dei servizi, rispetto al 2023, è stato più contenuto, pari a circa +5% sull’anno scorso e ha riguardato essenzialmente la componente voli. Va detto che chi si affida al Turismo Organizzato oggi è meno sensibile agli incrementi. Questa tipologia di clientela non ha come primo o unico parametro la convenienza; piuttosto si affida ad agenzie di viaggio e tour operator perché ricerca una vacanza distintiva; nel caso del format villaggio, chiede forme di intrattenimento sempre al passo con i nuovi trend e con le diverse modalità di divertimento, mentre per quanto riguarda i viaggi su misura desidera esperienze difficilmente prenotabili individualmente, soluzioni che gli operatori sono in grado di proporre grazie alla radicata conoscenza dei territori e all’impiego di  personale locale. Il cliente che viaggia con i tour operator richiede garanzie, tutele, assistenza e la certezza di vivere esperienze distintive.         [post_title] => Astoi: per Pasqua aumento di ricavi. Il turista sceglie l'organizzazione [post_date] => 2024-03-25T10:24:54+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1711362294000 ) ) ) { "size": 9, "query": { "filtered": { "query": { "fuzzy_like_this": { "like_text" : "monografia thailandia" } }, "filter": { "range": { "post_date": { "gte": "now-2y", "lte": "now", "time_zone": "+1:00" } } } } }, "sort": { "post_date": { "order": "desc" } } }{"took":17,"timed_out":false,"_shards":{"total":5,"successful":5,"failed":0},"hits":{"total":279,"max_score":null,"hits":[{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465193","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Sedici proposte distintive, dal profondo valore archeologico, antropologico e naturalistico, che spaziano dall’Africa all’Oceania, passando per Europa, Medio Oriente e Asia. “A pochi mesi dall’ingresso di Shiruq nell’orbita di Mappamondo, siamo lieti di presentare al mercato la nostra offerta di viaggi culturali con partenze a data fissa per l’intero 2024 - dichiara Francesca Lorusso, responsabile del marchio Shiruq -. Offerte strutturate che possono contare su tariffe fisse e prezzi concorrenziali grazie ai servizi in allotment. Viaggi per piccoli gruppi, max 12 partecipanti, al fine di garantire un'esperienza di viaggio più intima ed approfondita”.\r\n\r\nDenominatore comune di tutti i viaggi, la presenza dell’accompagnatore dall’Italia: una figura culturale significativa, che detiene una profonda conoscenza dei luoghi e una grande competenza nella gestione delle dinamiche di gruppo. Tra le punte di diamante della programmazione ’24 di Shiruq by Mappamondo: la Georgia, in un viaggio di agosto condotto dal giornalista e storico Piero Pasini; l’Australia, con l’esplorazione del selvaggio outback a cura della tour leader Carla Piazza, tra le maggiori esperte della destinazione; l’Algeria, in uno straordinario quanto inaspettato connubio di archeologia e deserto, da scoprire con Valentina Rubbi, accompagnatrice e divulgatrice culturale. Non mancano le partenze in occasione dei grandi festival, come il Diwali (festival delle luci) in Karnataka (India) e il That Luang Festival in Laos. Le sedici proposte sono consultabili, nei dettagli, al sito shiruqviaggi.com. Inoltre, nell’area agenzie del sito, sono presenti le locandine di ogni viaggio, da scaricare e utilizzare in agenzia.\r\n\r\n“Un importante passo in avanti per Shiruq by Mappamondo – conferma Andrea Mele, ceo Mappamondo – frutto di un intenso lavoro di programmazione, che ci permette di offrire ora alle agenzie tanto nuovo prodotto di qualità, a conferma immediata, da proporre ai propri clienti più attenti, sia per il periodo di alta stagione di agosto, sia per i mesi a seguire”. A supporto degli agenti di viaggio, il programma di formazione ShiruqLab: un ciclo di webinar monografici, dedicati alle nuove proposte. Incontri condotti dai pm e dai tour leader di Shiruq, progettati per trasferire agli agenti gli strumenti e le competenze necessarie per offrire ai propri clienti consulenze di viaggio altamente qualificate e personalizzate.","post_title":"Disponibile l'intera programmazione 2024 con partenza a data fissa della Shiruq by Mappamondo","post_date":"2024-04-10T10:34:45+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1712745285000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"465129","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Non si arresta la corsa post-pandemia della Thailandia, che macina risultati in crescita, mentre porta avanti un'iniziativa per un programma di visti congiunti con cinque Paesi del Sud-est asiatico in modo da semplificarne ulteriormente l'accesso da parte dei visitatori internazionali.\r\n\r\nDal 1° gennaio al 31 marzo 2024, il Paese del Sorriso ha accolto ben 9.370.297 viaggiatori internazionali, pari ad un'impennata del 44% rispetto allo scorso anno: il Ministero del Turismo e dello Sport thailandese, sottolinea in una nota ufficiale che ciò si è tradotto in 11,42 miliardi di euro di entrate per gli imprenditori locali.\r\n\r\nLo studio di un visto comune, sul modello di quello dei paesi Schengen, per Thailandia, Cambogia, Laos, Malesia, Myanmar e Vietnam - che nel 2023, insieme, hanno ospitato circa 70 milioni di turisti - faciliterebbe e incentiverebbe l'arrivo di un maggior numero di viaggiatori a lungo raggio e con alti livelli di spesa. Iniziativa, come segnala Bloomberg, in linea con quelle messe in campo dal Primo Ministro thailandese, Srettha Thavisin.\r\n\r\nSrettha - che si è impegnato ad elevare lo status di hotspot turistico della Thailandia a hub logistico e dell'aviazione - ha discusso l'idea del visto di tipo Schengen con i suoi omologhi di Cambogia, Laos, Malesia, Myanmar e Vietnam negli ultimi mesi. La struttura dovrebbe garantire ai viaggiatori una mobilità senza soluzione di continuità tra i sei Paesi confinanti.","post_title":"Thailandia: boom di visitatori nel primo trimestre. Allo studio un visto unico per 6 Paesi dell'area","post_date":"2024-04-09T11:16:22+00:00","category":["estero"],"category_name":["Estero"],"post_tag":[]},"sort":[1712661382000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464696","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"E' lo Zeta Club Selinunte il primo resort di proprietà e a gestione diretta del tour operator siciliano Isola Azzurra. La struttura andrà a unirsi agli altri due Zeta Club & Resort: i 4 stelle Alicudi di Sciacca e Donnalucata di Scicli. New entry anche per la gamma Platinum Village. In Sicilia si tratta del Cefalù Resort Sporting Club; in Calabria, del Falkensteiner Club Funimation Garden; in Puglia, del Grand Hotel dei Cavalieri e del villaggio residence Punta Grossa; in Sardegna, del Cala della Torre Resort. Vanno ad arricchire un'offerta che da anni già comprende il Voi Arenella Resort di Siracusa, i Zahira e Sikania Resort a Marina di Butera, nonché il Marina del Marchese Beach Resort. Tutte strutture sulle quali l'operatore investe in importanti operazioni di vuoto per pieno, garantendo una grande disponibilità di camere al mercato.\r\n\r\nLa divisione Azzurra World dedicata al tailor made lungo raggio per le destinazioni Stati Uniti in tour, con estensioni mare o crociera, Caraibi, Messico, Polinesia Francese, Emirati Arabi Uniti, Oceano Indiano, Thailandia, Indonesia e Singapore, quest'anno offre poi partenze speciali con voli garantiti Ita su Nyc con programmi New York e Tour dell’Est, serviti da voli da Palermo, Catania e Linate a partire dal 27 maggio fino al 9 settembre. Isola Azzurra presenterà tutte le novità alla prossima edizione di Travelexpo 2024, in programma dal 5 al 7 aprile al Cds Terrasini.\r\n\r\n ","post_title":"Lo Zeta Club Selinunte primo resort di proprietà e gestione diretta del to Isola Azzurra","post_date":"2024-04-02T11:34:45+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1712057685000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464677","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Trieste Airport entra ufficialmente nella stagione estiva forte di un 2023 dai risultati positivi: il cda dell'Aeroporto Friuli Venezia Giulia ha infatti approvato il bilancio di esercizio 2023 - annata che ha segnato tra l'altro il record storico dei passeggeri - con un utile è di 3,2 milioni di euro (+33% sul 2022), un'ebitda di 6,5 milioni (+16%) e un valore della produzione pari a 24 milioni (+18,2%). In miglioramento pure la posizione finanziaria netta, che passa dai 5,8 milioni del 2022 ai 3,6 milioni del 2023.\r\n\r\nUna nota del cda ricorda inoltre il +33,5% di passeggeri, mai così numerosi (932.767), in conseguenza non solo della ripartenza post pandemia, ma anche dell’incremento di collegamenti a disposizione del bacino d’utenza nordestino e transfrontaliero.\r\n\r\nSono stati inoltre 564.439 gli utenti del polo intermodale Trieste Airport che hanno utilizzato il trasporto pubblico locale (treno e bus), anche in questo caso con un netto aumento (+43%) sull’anno precedente.\r\n\r\n«Una fotografia decisamente soddisfacente – commenta l’amministratore delegato Marco Consalvo – la crescita dei passeggeri e delle destinazioni ci sta consentendo un cambio di profilo e vogliamo continuare in questa direzione. Il contesto attuale è di un aeroporto che si sta sempre più trasformando anche in un centro intermodale dei trasporti regionali. E proprio a supporto dell’intermodalità, dallo scorso ottobre abbiamo attivato la rivoluzione tariffaria per i mille stalli del parcheggio P8, offerti a un euro per 12 ore di sosta a pendolari e turisti che si spostano con auto privata, ma che intendano raggiungere con i servizi pubblici i principali centri urbani della regione».\r\n\r\nIntanto ha preso il via domenica, 31 marzo, l'operativo estivo 2024 con l’inaugurazione di sette nuove destinazioni: Berlino, Brindisi, Budapest (che decollerà però dal 2 giugno), Cracovia, Olbia, Parigi Beauvais e Siviglia. Tutto gestite da Ryanair, che serve Ronchi dei Legionari anche su Barcellona, Bruxelles Charleroi, Bari, Cagliari, Catania, Dublino, Londra Stansted, Malta, Napoli, Palermo e Valencia.","post_title":"Trieste Airport: il 2023 centra il record di passeggeri e utili per 3,2 mln di euro","post_date":"2024-04-02T10:39:48+00:00","category":["trasporti"],"category_name":["Trasporti"],"post_tag":[]},"sort":[1712054388000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464568","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Tante sono le novità firmate Guiness per la programmazione 2024-2025.\r\n\r\nL’offerta del tour operator è di 240 itinerari e più di 1000 partenze lungo tutto l'arco dell’anno verso oltre 100 destinazioni in tutto il mondo.\r\n\r\nPartendo dall’Asia Orientale, una esclusiva new entry è il Bhutan (Gran Tour Bhutan & Nepal Prestige) , uno dei paesi meno accessibili al turismo e allo stesso tempo depositario di una grande ricchezza naturale e spirituale. In Thailandia, gli itinerari proposti sono aumentati a 5, coniugando le attrazioni più belle della capitale e del nord del paese con le meraviglie dell’arcipelago thailandese (Gran Tour Thailandia, Thailandia & Phuket, Bangkok & Ko Samui, Bangkok e Khao Lak, Meraviglie della Natura).\r\n\r\nAnche nella vicina Indonesia la programmazione ha visto ampliare il numero di itinerari: Gran Tour Indonesia - Java & Bali, Amazing Bali -, l’isola degli Dei e la novità Bali & Lombok. Grande rientro la Cina, presente anche in un combinato con il Tibet.\r\n\r\nSpostandoci in America Latina, le Galapagos impreziosiscono un nuovo tour in Ecuador, mentre il Cile si allarga a comprendere anche l’Isola di Pasqua, una delle destinazioni più remote del pianeta.\r\n\r\nIn Africa e nel Vicino Oriente, le novità sono rispettivamente l’Algeria e l’Arabia Saudita.\r\n\r\nI primi mesi dell’anno sono più che promettenti e confermano in larga parte le proiezioni di fine 2023: il mercato è sicuramente in netta ripresa, con alcune destinazioni in particolare sulla cresta dell’onda. Il Giappone continua a registrare numeri da sold-out, gli Usa sono in costante ascesa e l’Europa attira sempre con i suoi evergreen.","post_title":"In casa Guiness tante novità sulle destinazioni Mondo nel 2024-2025","post_date":"2024-03-28T15:57:24+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1711641444000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464486","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Parte bene l'avventura di Mapo World. A 12 mesi dalla sua inaugurazione, la nuova divisione lungo raggio di Mapo Travel ha infatti raggiunto e superato l'obiettivo prefissato dei 3 milioni di euro di fatturato.  “Abbiamo vissuto il primo anno con tantissimo entusiasmo – spiega il branch manager, Roberto Servetti –. È stato un susseguirsi di incontri con le agenzie di viaggio, lavoro sulle destinazioni, progettazione di itinerari tailor made. Il 29 marzo 2023 a Torino abbiamo presentato il nuovo progetto e inaugurato la sede Mapo di via Reiss Romoli ponendoci un obiettivo di 3 milioni di euro di fatturato. Oggi possiamo dire che il traguardo è stato raggiunto e superato. E per il 2024 alziamo ancora di più l’asticella, puntando a raddoppiare questi risultati”.\r\n\r\nNegli ultimi mesi il tour operator ha annunciato nuovi ingressi nel team commerciale: da Alessandro Marcioni, per il Piemonte e le aree di Milano e Monza Brianza, a Cristiano Celentano per il Triveneto; da Alessandro Martini, impegnato nell’area Lazio, ad Alessandra Loddo, senior specialist prodotto Oceano Indiano e Africa. “Thailandia, Stati Uniti e Giappone sono state le destinazioni più richieste in questi primi dodici mesi - conclude Servetti -. E abbiamo nuove destinazioni in cantiere che scopriremo nelle prossime settimane. Intanto, per il solo mese di agosto abbiamo oltre 400 posti su Milano e Roma per l’area Oriente-Africa”.","post_title":"Parte bene l'avventura di Mapo World: fatturato sopra l'obiettivo dei 3 mln di euro","post_date":"2024-03-28T10:08:49+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1711620529000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464276","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"Negli Stati Uniti alcune proposte per New York, pacchetti brevi ma completi, con volo intercontinentale da diversi aeroporti e la visita alle principali attrazioni della Grande Mela per una toccata e fuga, ideali per i ponti dei prossimi mesi. Per chi preferisce i parchi americani, sono ora disponibili nuovi glamping di lusso immersi in contesti unici, a poca distanza da luoghi come il Grand Canyon, Bryce Canyon, Lake Powell o Moab. Dalla parte opposta del planisfero, molto richiesti sono poi i tour esclusivi per il Giappone, alla scoperta delle metropoli frenetiche e dei villaggi dell’epoca Edo, con un massimo di dieci persone, o in Thailandia con tour max otto anche in alta stagione, consentendo visite ed esperienze di altissimo livello.\r\n\r\nSono solo alcune delle ultime novità Tour Experience e Luxury Temptation del to di casa Uvet, Amo il Mondo. Per gli amanti delle esperienze fuori dalle rotte turistiche classiche, ma anche fuori dal comune, il comparto Africa e Oceano Indiano propone infatti per il 2024 altre soluzioni come il Rovos Rail, tour del Sudafrica su un treno di lusso, o il Train on the bridge, combinazione tra la natura del Kruger National Park e il lusso, a bordo di un treno appena ristrutturato. Gli amanti dei self drive potranno invece scegliere fra diversi nuovi programmi, con possibilità di pernottamenti esclusivi sugli alberi al Vindoux Tree House o nei Vardos, tipici carri dai colori vivaci.\r\n\r\nAmo il Mondo offre anche molte proposte luxury, per coloro che amano concedersi qualche sfizio in più: hotel e resort a 5 stelle immersi nella foresta in Belize o affacciati su siti archeologici come il Belmond Sanctuary Lodge situato all’ingresso di Machu Picchu o sulle sponde del lago Titicaca; hotel di lusso alle Maldive come i Como Hotels, Vakkaru e Gili Lankanfushi, isole private e crociere tra i panorami ineguagliabili delle Seychelles e in Madagascar. Completano l’offerta trekking, wine tour, island hopping e gli immancabili safari.","post_title":"Amo il Mondo spinge su lusso e tour experience","post_date":"2024-03-26T10:29:29+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1711448969000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464216","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"[caption id=\"attachment_464219\" align=\"alignleft\" width=\"300\"] Vittorio Ducrot[/caption]\r\n\r\nCi sarà anche la presentazione di un libro autobiografico del fondatore Vittorio Ducrot (in programma allo spazio Ducrot in primavera), nonché un press tour al Ducrot Rose garden, la villa di campagna di famiglia sulle colline umbre, tra le iniziative che i Viaggi dell'Elefante ha in programma quest'anno per festeggiare i propri primi 50 anni. L'operatore capitolino è infatti nato nel 1974 da un’idea di Vittorio Ducrot, per gli amici Vicky, viaggiatore appassionato e desideroso di condividere le proprie scoperte fatte in anni di esplorazioni in decine di Paesi del mondo.\r\n\r\n“Sin dall’inizio la nostra scelta, realizzata con il sostegno della compagnia di bandiera olandese Klm, fu quella di offrire ai clienti un tipo di viaggio di alta gamma in tutti i continenti - racconta Enrico Ducrot, figlio del fondatore e ceo dell’azienda -, selezionando le destinazioni più suggestive e garantendo il massimo comfort e professionalità in ogni dettaglio del viaggio. Dalle selvagge terre dell'Indonesia ai maestosi safari in Tanzania, dalle antiche meraviglie dell'India alle incantevoli spiagge del Centro America, il marchio ha continuato a innovare”.\r\n\r\nI cataloghi, sin dalla prima pubblicazione, erano illustrati con le miniature indiane della collezione di famiglia e con le antiche incisioni, estratte dai libri di esplorazione ottocenteschi della biblioteca. “Per questo abbiamo deciso di pubblicare il nuovo catalogo del Cinquantesimo anniversario - prosegue Ducrot - con in copertina una delle miniature più amate da mio padre Vicky Ducrot. Molte di queste illustrazioni originali sono ancora presenti nella collezione in azienda, come quelle di David Roberts”.\r\n\r\nLa storia di Viaggi dell'Elefante è segnata da una continua evoluzione. La proposta iniziale di viaggi di gruppo si è trasformata nel tempo in viaggi su misura, con itinerari personalizzati creati da veri e propri artigiani del viaggio. Nel corso degli anni, il marchio ha ampliato la propria offerta introducendo nuove destinazioni: dalle strade storiche come la via della Seta alle spiagge paradisiache del Sud America e dell'Oceania. Nel 2006 è stata lanciata la linea Ecoluxury, un'innovativa proposta che unisce l'alta qualità del servizio con un’attenzione particolare per la sostenibilità ambientale e il supporto alle comunità locali.\r\n\r\n«Il successo dei Viaggi dell'Elefante è il frutto del lavoro instancabile di un team di oltre 35 esperti - aggiunge Ducrot -, impegnati ogni giorno a mantenere vivo lo spirito e gli ideali del fondatore. Clienti affezionati, alcuni dei quali alla terza e quarta generazione, testimoniano la reputazione e l'impegno costante del marchio nel fornire esperienze di viaggio indimenticabili».\r\n\r\nIn occasione di questo importante anniversario, Viaggi dell'Elefante rinnova inoltre il proprio impegno verso la sostenibilità e l'etica nel turismo, con l'obiettivo di coinvolgere un numero sempre più consistente di partner e clienti nel sostegno alle realtà locali e alla conservazione del patrimonio culturale e ambientale delle destinazioni visitate. “La nostra programmazione si arricchisce quest’anno di trenta partenze speciali, viaggi di gruppo accompagnati da esperti - conclude Ducrot - per visitare mete in tutto il mondo legate a ricorrenze, feste, festival ed eventi religiosi che rendono questi viaggi veramente unici”.\r\n\r\nCon un fatturato medio annuo di 20 milioni di euro, il to offre una gamma di proposte turistiche suddivise in otto brand differenti: Turismo Accessibile, Blu, Arte, Best Seller, Digital Detox, Fotografia, Limited Edition ed Ecoluxury, studiati per soddisfare le richieste e le necessità di una clientela sempre più vicina all’ambiente, alla sostenibilità, alla bellezza, alla cultura e al rispetto delle tradizioni che il mondo sa offrire.\r\n\r\n ","post_title":"Viaggi dell'Elefante: il to fondato da Vittorio Ducrot festeggia i propri primi 50 anni","post_date":"2024-03-25T11:36:47+00:00","category":["tour_operator"],"category_name":["Tour Operator"],"post_tag":[]},"sort":[1711366607000]},{"_index":"travelquotidiano","_type":"post","_id":"464178","_score":null,"_source":{"blog_id":1,"post_content":"In prossimità delle vacanze di Pasqua e dei ponti festivi della primavera 2024 l’Osservatorio Astoi Confindustria - l’Associazione del tour operating italiano - è già in grado di confermare una crescita dei ricavi del comparto. I fatturati relativi alle partenze del periodo che va da Pasqua al 1°maggio realizzano una crescita dell’8% rispetto al pari periodo del 2023.\r\nLa tipologia di viaggio preferita verte da un lato sulla formula villaggio all inclusive, ideale per il segmento famiglie, dall’altro su tour itineranti a medio o lungo raggio, comprensivi di guide ed esperienze.\r\nBalzo in avanti del cosiddetto advance booking - la prenotazione anticipata - mai così preponderante negli ultimi quattro anni: per il periodo di Pasqua il 35% delle pratiche è stato prenotato con oltre 90 giorni di anticipo.\r\nUna Pasqua anticipata rispetto allo scorso anno spinge i connazionali a prediligere in generale mete estere; tuttavia, si riscontra ancora un’importante richiesta per la montagna in Italia.\r\n\r\nEuropa, lungo raggio e crociere\r\nIn Europa, l’Islanda è una riconferma, cui si aggiungono Irlanda, Paesi scandinavi e Portogallo. Nel medio raggio, il conflitto in Medio Oriente continua ad impattare sulle destinazioni colpite e sulle zone limitrofe, tra cui l’Egitto, anche se l’appeal di questa destinazione resta molto rilevante; in riduzione le crociere sul Nilo mentre si registrano prenotazioni consistenti (seppur in calo rispetto allo scorso anno) per i soggiorni balneari nel Mar Rosso, nei resort a Sharm el Sheikh e Marsa Alam.\r\nNelle festività primaverili del 2024 non mancano le mete evergreen, Canarie e Capo Verde in primis, che salgono nel ranking sfruttando a proprio favore il calo del Mar Rosso.\r\nIl lungo raggio si muove sempre su un doppio binario: da un lato i soggiorni nei mari caldi, come Repubblica Dominicana, Maldive ed East Africa, dall’altro i viaggi di scoperta, gli itinerari, sia nella versione classica che in quella tailor made. Stati Uniti e Giappone sono sempre nel cuore degli italiani, ma suscitano molto interesse anche Thailandia, Sudafrica e tutto il Sudamerica. Iniziano nuovamente le prenotazioni sulla Cina dopo un lungo periodo di blackout.\r\nNel settore crocieristico la primavera conferma l’andamento in crescita delle prenotazioni che sta caratterizzando il 2024. Secondo CLIA, l’Associazione che riunisce le principali Compagnie di crociera, quest’anno in Italia si supererà la quota di 14 milioni di passeggeri movimentati contro i 13,8 del 2023, il che conferma il Belpaese come principale meta europea.\r\nTra le destinazioni preferite della primavera molto apprezzati sono il Mediterraneo Occidentale e Orientale, fino alle crociere più lunghe (sino a due settimane) in Portogallo, Marocco, Turchia, Grecia, isole Canarie e Azzorre.\r\n\r\nEzhaya\r\n«Le prenotazioni per il periodo di Pasqua e ponti primaverili registrano una crescita dei ricavi dell’8% sul 2023 e la quasi totalità delle destinazioni coinvolte evidenzia un trend positivo. Il turismo organizzato registra crescite percentualmente più alte del turismo in generale, segno che è finalmente scelto dai consumatori per gli insostituibili valori che lo caratterizzano.\r\n\r\n«Infatti, è percepito dalle persone come fonte di garanzie, ma anche come canale dove riuscire a prenotare esperienze più personalizzate e difficilmente reperibili individualmente - commenta Pier Ezhaya, presidente Astoi Confindustria Viaggi - considerando la forte incidenza della prenotazione anticipata rilevata per le vacanze di Pasqua e visto l’incremento dei ricavi registrato per questo periodo, possiamo guardare con fiducia anche all’imminente estate: stimiamo infatti una crescita dei ricavi pari al 10% per il periodo estivo che contribuirà a consolidare la già buona stagione estiva del 2023 e a rafforzare l’intero comparto”»\r\nL’Osservatorio Astoi rileva che la durata media del viaggio durante i ponti festivi della primavera 2024 è di circa 8 giorni. I costi medi per persona vanno da 1.150 euro per il prodotto generalista, a 1.600 euro per una vacanza in villaggio, salendo a 3.500 euro quando si tratta di viaggi su misura.\r\n\r\nRincari\r\nIl rincaro dei servizi, rispetto al 2023, è stato più contenuto, pari a circa +5% sull’anno scorso e ha riguardato essenzialmente la componente voli.\r\nVa detto che chi si affida al Turismo Organizzato oggi è meno sensibile agli incrementi. Questa tipologia di clientela non ha come primo o unico parametro la convenienza; piuttosto si affida ad agenzie di viaggio e tour operator perché ricerca una vacanza distintiva; nel caso del format villaggio, chiede forme di intrattenimento sempre al passo con i nuovi trend e con le diverse modalità di divertimento, mentre per quanto riguarda i viaggi su misura desidera esperienze difficilmente prenotabili individualmente, soluzioni che gli operatori sono in grado di proporre grazie alla radicata conoscenza dei territori e all’impiego di  personale locale. Il cliente che viaggia con i tour operator richiede garanzie, tutele, assistenza e la certezza di vivere esperienze distintive.\r\n \r\n \r\n \r\n ","post_title":"Astoi: per Pasqua aumento di ricavi. Il turista sceglie l'organizzazione","post_date":"2024-03-25T10:24:54+00:00","category":["enti_istituzioni_e_territorio"],"category_name":["Enti, istituzioni e territorio"],"post_tag":["in-evidenza"],"post_tag_name":["In evidenza"]},"sort":[1711362294000]}]}}